You are here Home News BONUS SOCIALE IDRICO: DOMANDE PRESSO COMUNE DI RESIDENZA O CAF AUTORIZZATI
Messaggio
  • "Regolamento UE 679/2016 (GDPR)

    "Per rendere il nostro sito piu' facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione piu' piacevole e piu' efficiente in futuro.I cookie non registrano alcuna informazione personale relativa all'utente e gli eventuali dati identificativi non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie e' necessario personalizzare le impostazioni del proprio dispositivo impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie e' sufficiente continuare con la navigazione.

    Gurda l'Informativa sui Cookie

BONUS SOCIALE IDRICO: DOMANDE PRESSO COMUNE DI RESIDENZA O CAF AUTORIZZATI

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da Comunicazione - Stampa    Lunedì 01 Ottobre 2018 13:08
Dal 1° luglio gli utenti del settore idrico in condizioni di disagio economico ed in possesso dei requisiti previsti dalle normative, possono richiedere uno sconto in bolletta attraverso il Bonus Sociale Idrico Nazionale. All'agevolazione hanno accesso tutti i nuclei familiari con Indicatore di situazione economica equivalente (Isee) inferiore a 8.107,50 euro, limite che sale a 20.000 euro se si hanno più di 3 figli fiscalmente a carico. Le condizioni sono quelle già previste per usufruire del bonus elettrico e gas. La richiesta di Bonus può essere presentata al proprio Comune di residenza o ai Caf delegati dal Comune congiuntamente alla domanda per il bonus elettrico e/o gas e, quando accettata, permetterà di usufruire di uno sconto in bolletta pari al costo di 18,25 mc annui (equivalenti a 50 litri al giorno, cioè il quantitativo minimo stabilito per legge per il soddisfacimento dei bisogni personali) per ciascun componente il nucleo familiare. 
Lo sconto verrà erogato direttamente in bolletta per chi ha un contratto diretto, mentre l'utente indiretto, cioè la famiglia che vive in un condominio e non ha un contratto proprio di fornitura idrica, riceverà il Bonus sociale in un'unica soluzione dal gestore del servizio idrico con le modalità individuate da quest'ultimo (ad esempio su conto corrente o con assegno circolare non trasferibile).
La modulistica da utilizzare, con tutti gli allegati disponibili, è possibile consultarla al seguente link: modulistica bonus sociale idrico. L'agevolazione è stata introdotta dall'Autorità con la delibera 897/2017/R/idr, a seguito della previsione del d.P.C.M. 13 ottobre 2016 [1]. La delibera 897/2017/R/idr è disponibile al seguente link: https://www.arera.it/it/docs/17/897-17.htm 
E’ possibile verificare lo stato di avanzamento della propria richiesta di bonus utilizzando i riferimenti presenti nella comunicazione di ammissione che viene inviata all’utente oppure rivolgendosi all'Ente al quale è stata presentata la richiesta con la ricevuta rilasciata alla consegna della domanda; chiamando il numero verde 800.166.654 dello Sportello per il consumatore di Energia e Ambiente e fornendo il codice fiscale o il numero identificativo della richiesta presente nella lettera di ammissione; consultando il sito www.bonusenergia.anci.it, nella sezione riservata "Controlla on line la tua pratica", cui si accede con il proprio codice fiscale e le credenziali di accesso (User ID e password ) comunicate nella lettera di ammissione.
Per ogni informazione utile è possibile consultare il sito www.arera.it ed il link https://www.arera.it/it/consumatori/idr/bonusidr.htm#richiesta2.
 
acqua rubinetto
 
 
Ultimo aggiornamento: Martedì 02 Ottobre 2018 07:09