You are here Home News INTERREG ITALIA-ALBANIA-MONTENEGRO: AL VIA PROGETTO CLEAR WATER
Messaggio
  • "Regolamento UE 679/2016 (GDPR)

    "Per rendere il nostro sito piu' facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione piu' piacevole e piu' efficiente in futuro.I cookie non registrano alcuna informazione personale relativa all'utente e gli eventuali dati identificativi non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie e' necessario personalizzare le impostazioni del proprio dispositivo impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie e' sufficiente continuare con la navigazione.

    Gurda l'Informativa sui Cookie

INTERREG ITALIA-ALBANIA-MONTENEGRO: AL VIA PROGETTO CLEAR WATER

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da Comunicazione - Stampa    Lunedì 19 Giugno 2017 10:59
Nell’ultima seduta del Consiglio Direttivo dell’Autorità Idrica Pugliese, è stato dato il via libera al Programma Interreg I.P.A. CBC Italia-Albania-Montenegro. Il progetto Clear Water è una piattaforma informativa transfrontaliera flessibile da utilizzare nelle politiche di gestione dell’acqua con particolare riguardo all'efficienza energetica dell'acqua.
Tale progetto, redatto in collaborazione con il Politecnico di Bari, si pone l’obiettivo principale di intensificare la cooperazione, affrontando sfide comuni, promuovendo uno sviluppo territoriale integrato ed incrementando l’efficienza delle risorse idriche in Puglia, Albania e Montenegro, al fine di ridurre la pressione antropica sull'uso di acqua. Un programma volto ad ottimizzare, quindi, da un lato i piani integrati di gestione delle risorse idriche che soddisfano le esigenze urbane e agricole, e ridurre, dall’altro lato, le ripercussioni dei cambiamenti climatici e dei picchi di domanda stagionale sulla disponibilità delle fonti di approvvigionamento. 
Infatti un uso inefficace delle fonti idriche comporta un aumento delle acque sotterranee di pompaggio con rischio di intrusione di acque salate negli acquiferi costieri e di emissioni di CO2 dovute al trattamento di volumi d'acqua più grandi di quelli necessari. 
interreg ita alb montSpazio anche alle TIC, le tecniche di modellazione dei dati e modelli avanzati basati su fattori fisici per sostenere la gestione dell'acqua condivisa in ragione delle risorse per l'approvvigionamento idrico nelle aree urbane e agricole e degli obiettivi concorrenti (ad esempio, i vincoli di bilancio, Produzione idroelettrica, conservazione della biodiversità, ecc.). 
Nelle reti urbane di distribuzione dell'acqua (WDN), i servizi CLEAR WATER serviranno a sostenere il monitoraggio ottimale strategico e piani di azioni operative e strategiche per la riduzione delle perdite. Nei sistemi di irrigazione, invece, i CLEAR WATER supportano una pianificazione ottimale dell'irrigazione per colture specifiche e estensione ottimale per il tipo di colture. 
Tra i partecipanti all’Interreg, oltre all’Autorità Idrica Pugliese ed al Politecnico di Bari, anche la Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, PE Water utility Ulcinj (Montenegro), Public Enterprise Regional Waterworks for Montenegrin Coast Budva (Montenegro) e Institute of GeoSciences, Energy, Water and Environment (Albania).