You are here Home News “LE VERIFICHE ISPETTIVE AEEGSI”: FOCUS DELL’AIP A ROMA
Messaggio
  • "Regolamento UE 679/2016 (GDPR)

    "Per rendere il nostro sito piu' facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione piu' piacevole e piu' efficiente in futuro.I cookie non registrano alcuna informazione personale relativa all'utente e gli eventuali dati identificativi non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie e' necessario personalizzare le impostazioni del proprio dispositivo impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie e' sufficiente continuare con la navigazione.

    Gurda l'Informativa sui Cookie

“LE VERIFICHE ISPETTIVE AEEGSI”: FOCUS DELL’AIP A ROMA

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da Comunicazione - Stampa    Martedì 30 Maggio 2017 15:03
L’Autorità Idrica Pugliese ha partecipato giovedì 25 maggio a Roma, presso il Centro Congressi Conte di Cavour, al seminario di approfondimento a cura dell’ANEA (Associazione Nazionale Autorità e Enti d’Ambito) sul tema: “Le verifiche ispettive AEEGSI presso gli EGA ai sensi della delibera 328/2016/E/idr”.
Erano presenti, tra gli altri, il Presidente ANEA, Marisa Abbondanzieri ed i rappresentanti delle varie Autorità d’Ambito.
Il focus curato dall’AIP, rappresentata nel seminario da Cosimo Ingrosso e Morena Pacifico, ha evidenziato i vari aspetti tecnico-amministrativi legati alla verifica ispettiva dell’AEEGSI svoltasi nel 2017 presso l’Autorità Idrica Pugliese.
Oltre a rimarcare il rapporto tra Autorità d’ambito e ANEA relativamente alle attività di consulenza giuridica preliminare e individuare possibili incongruenze e criticità, ampio spazio al supporto tecnico-giuridico almeno per la fase iniziale di avvio della procedura.
Tra le conclusioni a cui è addivenuta l’AIP si segnalano sia l’importanza che l’utilità di disporre di un «file di raccolta dati» in cui per i singoli dati presenti nel file siano inserite celle di commento che riportino le istruzioni dell’AEEGSI per la raccolta del dato, i dati economici/finanziari collegati con il bilancio di verifica e/o i mastrini di dettaglio, gli investimenti e i contributi collegati con il libro cespiti, risconti passivi. E siano anche presenti prospetti che consentano la riconciliazione dei dati di conto economico, investimenti e contributi. E’ emersa, così, l’importanza di comunicare all’AEEGSI le decisioni discrezionali che, di concerto con il gestore, l’Ente decide di assumere in determinate circostanze.
 
Click per ingrandire       
Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Giugno 2017 16:26